#STORIEloghiPX: Granarolo!

1931

Se vi diciamo: “è quello della Lola!!!” cosa pensate? Sicuramente penserete alla pubblicità del latte Granarolo. Oggi a #STORIEloghiPX vi raccontiamo proprio la storia del logo di questo brand:

Granarolo

1957

Agli inizi degli anni Cinquanta si costituirono, in Emilia Romagna, gruppi cooperativi per la raccolta del latte al fine di creare una grande forza con un’identità nuova, capace di contrapporsi a quella degli intermediari. Nel 1957 a Granarolo dell’Emilia (Bologna) nacque il “Consorzio bolognese produttori latte” che fu subito ribattezzato “il caseificio di Granarolo” e, poi, “la Granarolo”.

1964

Il primo marchio raffigurava la lettera “g” in rosso arricchita con capelli e treccine in blu proprio per rimandare l’immagine a quella di una bambina che beveva un bicchiere di latte; il logotìpo era inscritto in un rettangolo blu.

agip

Questo marchio appariva sia sulle bottiglie di vetro, novità all’epoca dato che il latte veniva ancora venduto sfuso, sia sulle buste a piramide che consentivano risparmio di spazio.


Schema di riferimento
  agip

1972

Nel 1970acque un’altra cooperativa: la Felsinea Latte. Due anni dopo venne creato il consorzio “Granarolo Felsinea”, frutto della fusione tra le due cooperative e i due marchi, dapprima, coesistevano disgiuntamente e, poi, congiuntamente; in quest’ultimo abbinamento, nella lettera “g” erano stati eliminati i tratti gestuali.

agip

1982

Nel 1982 il consorzio unitario decise di adottare il solo marchio Granarolo.

agip

1989

In questi anni il logotìpo subì una lieve modifica e fu così posto in positivo e composto in Gill.

agip

 

2000

L’azienda ha cambiato la denominazione ufficiale, da “Granarolo Felsinea” a “Granarolo”, e si è affidato a Landor Associates il restyling del marchio che presenta un segno dinamico a spirale di colore giallo, azzurro e rosso, in cui vive il logotìpo nel tradizionale colore blu. Il marchio precedente è stato volutamente conservato e posizionato come sigillio di garanzia.

agip