#STORIEloghiPX: Camel!

Oggi parleremo di un mercato che dal punto di vista del brand e dal packaging è sempre stato molto avanti. A #STORIEloghiPX parliamo dell’evoluzione del “pacchetto” che molti di voi tengono in tasca o nella borsetta, insomma a portata di… accendino!

Camel

1900

Le aziende di tabacco non incorrono in nessuna sanzione, possono farsi pubblicità liberamente. Questo per tutto un secolo: pubblicità di sigarette come quelle di qualsiasi altro prodotto. Ad esempio le Camel puntano sul messaggio pubblicitario che i medici, quindi una classe sociale agiata, preferisce queste sigarette a tutte le altre marche.

1913

Il marchio Camel nasce negli Stati Uniti e le sigarette usano una miscela di tabacchi turchi e del Nord America. L’azienda produttrice è la R. J. Reynolds Tobacco Company.

pentapx-blogpx-storieloghipx-comunicazione-camel-pacchetto-sigarette

 Cammello

Qual è il logo? Si decise per un animale… precisamente il cammello. La storia narra che l’ispirazione nacque nelCirco Barnum. Qui c’era un animale che non amava per niente essere fotografato. Era proprio un cammello che venne immortalato proprio nel momento in cui veniva punto al naso, quindi, era rigido sulle zampe, orecchie all’indietro e coda sollevata.

Proprio il cammello rappresenta il maggior cambiamento del packaging: ricopre un ruolo sempre più centrale, sempre più davanti, sempre meno iconico e sempre più descrittivo, da statico diventa dinamico e proiettato al futuro perché è immortalato mentre fa un passo avanti. I colori da pieni diventano brillanti. Tutti i cambiamenti servono a rendere il packaging più moderno e pulito.

pentapx-blogpx-storieloghipx-comunicazione-camel-pacchetti-sigarette

pentapx-blogpx-storieloghipx-comunicazione-camel-pacchetti-sigarette-azzurro

Cuiosità

Non c’è nulla di certo ma alcune pubblicità delle Camel sembrano avere dei significati subliminali legati alla sessualità:

  • Caso 1: guardate un po’ cosa ci vede l’istituto Politecnico di Torino nella gamba del cammello!

pentapx-blogpx-storieloghipx-comunicazione-camel-cammello

  • Caso 2: nel 1987 il cammello diventa così fondamentale per le Camel che viene trasformato in un cartone animato: Joe Camel. La vendita di sigarette era in calo e questo simpatico personaggio avrebbe dovuto farle risalire ma… questo non piacque affatto alle associazioni antifumo che vedevano quel personaggio animato come un invito al fumo anche per i più piccoli. Ne nacque proprio una causa giudiziaria che bandì l’immagine fumettizzata del cammello. Oltre a queste accuse ce ne furono altre, contro la forma del muso del cammello… che… lascio a voi indovinare cosa dicevano che camuffasse.

pentapx-blogpx-storieloghipx-comunicazione-camel-cartone

  • Caso 3: siamo negli anni ’90 quando le Camel pubblicizzano le nuove sigarette al mentolo. La pubblicità compare sulla rivista americana Bam: una ragazza che con un gesto molto sensuale si porta alla bocca un cubetto di ghiaccio. Osservate bene il cubetto di ghiaccio… ci vedete per caso una scritta?

pentapx-blogpx-storieloghipx-comunicazione-camel-mentolopentapx-blogpx-storieloghipx-comunicazione-camel-mentolo-sex