#STORIEloghiPX: Autogrill!

storieloghipx-blogpx-comunicazione-agenzia comunicazione-autogrill-genova

L’estate sta finalmente arrivando e con lei anche la voglia di… mare, vacanze viaggi e… chi si muove in macchina, siamo sicure, sarà una tappa obbligatoria… indovinate un po’ dove? #STORIEloghiPX presenta:

AUTOGRILL

1947

Nasce il primo Autogrill: un nuovo luogo di consumo destinato agli automobilisti. Ad “inventarlo” è Mario Pavesi. Qui, si specchia tutta l’Italia del boom economico: la rete autostradale, la motorizzazione di massa e i nuovi consumi.

1950

Viene realizzato il primo “chiosco” Pavesi lungo l’autostrada Milano-Torino presso Novara, città del fondatore. L’obiettivo iniziale era quello di fondere in un’unica organizzazione le unità di vendita “Autogrill Pavesi”, “Autogrill Motta” e “Autobar Alemagna” cercando di integrare le diverse attività, le diverse tradizioni e le diverse politiche commerciali.

Storieloghipx-blogpx-comunicazione-autogrill-pavesi

1959

Viene realizzato il primo punto di ristoro “a ponte” sull’Autostrada del Sole presso Fiorenzuola d’Arda a Piacenza.

Storieloghipx-blogpx-comunicazione-autogrill-pavesi

Tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta la ristorazione autostradale italiana è gestita prevalentemente dalle aziende alimentari Motta, Alemagna e Pavesi. Si deve agli architetti Angelo Bianchetti, Melchiorre Bega e Carlo Casati la progettazione e creazione degli Autogrill a ponte che si incontrano lungo le autostrade italiane, i primi in Europa.

1970

Nell’intera rete autostradale, in Italia si contano oltre 200 stazioni di servizio. Il settore della ristorazione per viaggiatori sembra poter godere di una crescita illimitata, fino a quando, complice la crisi petrolifera, Motta, Pavesi ed Alemagna,  le 3 aziende che fino a quel momento avevano segnato la storia della ristorazione autostradale in Italia, entrano in crisi.

1977

E’ allora che entra in gioco lo Stato. L‘IRI, che aveva progressivamente rilevato Pavesi, Motta e Alemagna, fonde le attività di ristorazione delle 3 società in una nuova entità, Autogrill S.p.A.  Il marchio ha originariamente affiancato, e non sostituito, i tre marchi per evitare disorientamento nei clienti e rafforzare il concetto di catena.

Storieloghipx-blogpx-comunicazione-autogrill

 

Una volta esaurita questa fase, la strategia aziendale è stata quella di concentrare sempre più la comunicazione sul solo marchio Autogrill per rafforzarne la riconoscibilità ed il legame con i consumatori.

Storieloghipx-blogpx-comunicazione-autogrill

Il marchio di forma triangolare e composto da tre elementi uguali era il simbolo dell’avvenuta fusione.

1980

Arriva il secondo miracolo economico, il PIL riparte, si diffonde la televisione commerciale e il consumo diventa veramente di massa. Sui 5.600 Km di autostrade si riversano ogni giorno 3 milioni di persone, e così Autogrill ‘rinasce’ con una nuova popolazione:  diversificazione dell’offerta e strategia multibrand trovano i gusti dei consumatori. Sono gli anni di Ciao e di Spizzico, le 2 insegne che avviano lo sviluppo del Gruppo anche nei centri urbani.

1995

Autogrill è entrata a far parte del gruppo Benetton e l’anno successivo,  Giorgio Galli ha disegnato il nuovo marchio che raffigura la sola lettera “A”. É accompagnato dal logotìpo composto in font Futura maiuscolo.

Storieloghipx-blogpx-comunicazione-autogrill

Oggi

Con oltre 4.300 punti vendita gestiti in 30 Paesi diversi Autogrill è il leader mondiale nei servizi di ristorazione per chi viaggia.

AUTOGRILL

è attualmente presente in:

AEROPORTI

140 Aeroporti in 25 Paesi.

AUTOSTRADE

Oltre 700 aree di servizio gestite di cui più di 600 in Europa e circa 100 In Nord America.

STAZIONI FERROVIARIE

Attività in 55 stazioni ferroviarie di 7 Paesi Europei.

ALTRE LOCATION

Più di 70 location gestite in città, centri commerciali, fiere e musei, tra cui il Carrousel du Louvre in Francia.

Storieloghipx-blogpx-comunicazione-autogrill

FEELING GOOD ON THE MOVE

www.autogrill.com