#BELINchestoriePX: stemma di Genova!

A #STORIEloghiPX parliamo sempre dell’evoluzione dei loghi di brand famosi oggi anche a #BELINchestoriePX vogliamo parlare di un’evoluzione… non di un logo ma di uno stemma che ci riguarda molto da vicino:

lo stemma di Genova

Lo stemma è cambiato nel corso dei secoli a seconda della storia della città.

 

Stemmi della Repubblica di Genova

Un elemento sempre presente che non ha mai subito modifiche è la croce di San Giorgio: bandiera costituita da una croce rossa in campo bianco. Era il vessillo usato dalla Repubblica di Genova.

 

Altri due elementi, che, tralasciando la primissima immagine dello stemma e quella del 1811, sempre presenti sono:

  • la corona,
  • i grifoni.

 

I due grifoni alati piacquero ai genovesi già dal 1139 quando fecero la loro apparizione sulle monete. Piacevano e piacciono perché sono animali chimerici, un simbolo di: protezione, di ferocia, vigilanza guerriera delle ricchezze, potenza. Infatti, quando fecero la loro prima comparsa sullo stemma, a fine ‘500, proprio come tenenti: termine usato in araldica per indicare i due sostegni, in questo caso dello scudo con la croce di San Giorgio, e come “protettori” delle case d’Austria e di Spagna.

La corona varia da: reale, ducale e comitale. Come possiamo vedere dalle immagini, dopo il 1637, gli stemmi hanno la corona reale: perché nel 1637 la Madonna viene incoronata Regina di Genova.

1811

Un discorso a parte va fatto per la raffigurazione dello stemma nel 1811 voluta dall’imperatore Napoleone Bonaparte. Alla croce di San Giorgio venne aggiunto un capo araldico rosso con sopra tre api d’oro.

Stemmi del Comune di Genova

Scompare lo stemma della Repubblica aristocratica di Genova perché viene persa l’indipendenza: il Congresso di Vienna sancisce che il territorio dell’antica Repubblica doveva essere annesso al Regno di Sardegna a partire dal 7 gennaio 1815. Per questo, nel 1816, la coda dei grifoni non è più bella alta ma è bassa tra le gambe dei due tenenti per sottolineare il declassamento subito.

Anche la corona cambia: da ducale a comitale.

1897

Torna la corona ducale col cimiero della testa di Giano bifronte, come tenenti i grifoni, la base è il rostro bronzeo di nave romana a testa di cinghiale, ritrovato nel 1597 nel Porto di Genova.

2000

Le code dei due grifoni tornano ad essere alte.

Curiosità

Franco Bambi dà una diversa motivazione alle “code basse” dei grifoni… sei curioso? leggi il suo articolo!