#STORIEloghiPX: Google!

QUANDO è NATO MAZZINI?

DOVE SI TROVA ONOLULU?

CHE DISTANZA C’è TRA GENOVA E CROTONE?

Per rispondere a queste domande, spesso ci sentiamo rispondere “Non lo so, cerca su GOOGLE… Lì, troverai tutto quello che vuoi sapere”. Oggi quindi a Storie di loghi px vi racconteremo la storia del motore di ricerca più famoso e utilizzato al mondo…

GOOGLE

Il termine Google non ha un vero e proprio significato, infatti è una parola che deriva da Googol”, il numero intero esprimibile con 1 seguito da 100 zeri; questo termine fu utilizzato dal matematico americano Edward Kasner nel 1938 nel suo libro “Matematica e immaginazione”, per illustrare la differenza tra un numero enorme e l’infinito. I 2 giovani fondatori di Google, Page e Brin, si ispirarono a questo concetto in quanto pensarono che potesse descrivere al meglio la capacità di un motore di ricerca di organizzare una grande quantità di dati come quella del web. Al momento della registrazione del marchio, si accorsero però che il termine Googol non era disponibile, e così decisero di utilizzare “Google”, che ha la stessa pronuncia di “Googol” e in più in inglese ricorda anche il binocolo (goggles) e lo strabuzzare gli occhi per la sorpresa (to google), due concetti che piacquero ai fondatori. Nacque così, nel 1997, Google.

Cosa dire del logo? È subito riconoscibile grazie alla semplicità con cui è stato realizzato. Inizialmente fu utilizzato questo logo:

google-logo-uno-storiediloghiPX

Successivamente fu sostituito da quello creato dalla disegnatrice grafica Ruth Kedar che, dopo varie prove, decise di utilizzare solo i colori primari, a eccezione della lettera L, verde, per andare contro alle solite regole precise.

primo-logo-google-storiediloghipx

Si presenta con un punto esclamativo nel finale e una leggera ombra utile a far risaltare la parola nella pagina web di sfondo bianco, dandole così solidità e allo stesso tempo leggerezza. Il font scelto è graziato e bold (grassetto). Kedar continuò a fare modifiche di ogni tipo:

 

fino ad arrivare, nel 2011, a creare il logo che possiamo vedere oggi da tutti i nostri computer, ossia questo:

loghi-google-storiediloghipx7

 

Il logo si presenta uguale al quello realizzato nel 1997, con alcune modifiche che riguardano l’assottigliamento del font e l’eliminazione del punto esclamativo.

Possiamo dire che Google ha in qualche modo rivoluzionato il concetto e l’utilizzo del logo. Questo infatti ogni tanto viene sostituito da un doodle, ossia divertenti e sorprendenti varianti del logo Google usati per celebrare festività, anniversari, eventi particolari, ricorrenze di ogni tipo che riguardano tutto il mondo o un Paese in particolare. Si tratta di una destrutturazione del logo originale pur mantendolo riconoscibile. Il primo doodle comparve il 30 agosto del 1998 e celebrava il Burning Man.

googleburn-storiediloghipx

Da quel giorno sono stati creati tantissimi altri doodle. Ve ne proponiamo alcuni qui sotto: