#BELINchestoriePX: la Via dell’Amore!

Domani è San Valentino e vi vogliamo parlare di una Via molto famosa tra gli innamorati di tutte le nazionalità:

LA VIA DELL’AMORE

Purtroppo non possiamo consigliarla come percorso romantico per mozzare il fiato del partner perché dall’alluvione del 25 ottobre del 2011 è rimasta chiusa. Forse potremmo ancora ammirare la bellezza di questi paesaggi dall’ Aprile del prossimo anno (2016).

Per adesso facciamo l’augurio di pronta rimessa in sesto regalandovi i nostri ricordi:

“…Il treno si ferma a Riomaggiore, i turisti si sono concentrati nelle carrozze centrali seguendo le istruzioni del megafono, la stazione ha dimensioni ridotte e le prime e ultime carrozze oltrepassano il tratto di marciapiede dove si può scendere. Tutti si ammassano verso le scale che portano al Sentiero Azzurro meglio noto come Via dell’Amore. Siamo vicini a San Valentino e non si può far a meno di notare la grande quantità di coppiette che si tengono per mano, si scambiano tenere effusioni e fanno la coda per scattare una foto davanti al famoso cancello in ferro battuto. Varcato quel confine, la brezza scuote i capelli, il sole riscalda il viso e per chi, come me, è patito di fotografie, beh, c’è l’imbarazzo della scelta: le scogliere che scendono a picco sul mare, le case arroccate di Riomaggiore, l’azzurro intenso del mare (ecco il perché del suo primo nome), la macchia mediterranea che si alterna alle rocce… Poi, ti fermi, distogli l’occhio dall’obiettivo e… Wow! Rimani a guardare con i tuoi occhi quello spettacolo perché comprendi che quello è il migliore dei ricordo! Ogni angolo è una sorpresa, giri la curva pieno di curiosità su ciò che si può nascondere dietro. Giunti in un tunnel, intervallato da arcate che regalano scorci unici, si vedono le coppiette tirare fuori lucchetti per sigillare il loro amore appendendoli alla ringhiera sulla quale spicca la scultura del Bacio (da qui il secondo nome). Usciti dal tunnel si giunge davanti a delle griglie create apposta per apporre quei lucchetti, ormai così di moda, tra i giovani piccioncini, dopo Tre metri sopra il cielo. È divertente osservare le diverse dimensioni, colori e scritte sopra questi scrigni dell’amore che celano altrettante storie! I profumi delle vigne accompagnano il rimanente cammino fino al secondo cancello, uguale al quello dell’inizio, il confine con il paesino di Manarola ma… questa è un’altra storia…”.

 

La Via dell’Amore è sicuramente la Via più conosciuta dai turisti ma, anche gli altri sentieri, non hanno nulla da invidiarle in bellezza… Non aggiungiamo altro… Se volete lo scoprirete da voi e noi saremo liete di ascoltare e riportare i vostri racconti su questo blog.

E ora lasciamo parlare le immagini:

Difficoltà: nessuna, è attrezzato con elevatori per invalidi.
Quote (metri): partenza: 5; arrivo: 6; massima: 45.
Lunghezza: 900 m.
Tempo di percorrenza: 15-30 minuti.